Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

Scritto da: -

di Gianfranco Di Mare

Performance Engineer

i69.photobucket.com.jpgNel post precedente abbiamo sottolineato che quando ci si mette a dieta bisogna avere certe attenzioni, per non ritrovarsi in situazioni sgradevoli.

Dice… "…ma perché se queste diete fast o comunque scombinate fanno danni, si continua a farle?"
Perché la perdita di volume e soprattutto - ahimè - di peso è notevole e sotto gli occhi di tutti (che importa poi se la pelle è avvizzita, se al sole si rovina, se perdiamo muscoli e tono…); invece, alterazioni come un dismetabolismo dei liquidi in un tessuto, o un abbassamento del pH di un altro, lì per lì non si notano… e facciamo alla chisenefrega. Mah.

Come possiamo fare, allora, per mangiare meno e meglio allo stesso tempo? Seguite questi consigli

  • Passate alla dieta dissociata: primo e verdure a pranzo, secondo e verdure a cena; risparmierete un bel pò, anche a parità di apporto calorico teorico.
  • Mangiate verdure vere ad ogni pasto, lasciando gli ortaggi come eventuale sovrappiù.
  • Mangiate a volontà, ma un solo tipo di secondo per volta: carne, o pesce, o latte e formaggi, o legumi, o uova.
  • State un giorno alla settimana senza proteine (latte incluso).
  • Mangiate formaggi e latticini (yogurt compreso) non più di 1-2 volte a settimana (tanto per le ossa non servono).
  • Mangiate carne (salumi e prosciutto compresi) non più di 1-2 volte a settimana.
  • Aumentate gradualmente l'apporto settimanale di riso, ma non eliminate la pasta.
  • Evitate di bere assieme latte e caffè.
  • Non usate il burro o lo strutto in cucina, preferite l'olio di oliva. Se riuscite a metterlo in pentola sono negli ultimi 2 minuti avrete fatto un capolavoro!
  • Stabilite una quantità di olio da usare per il giorno, ad esempio 8 cucchiaini, e non superatela.
  • Pesce, pesce e ancora pesce!
  • Se usate molto la cottura al forno (più di una volta a settimana), cominciate a valorizzare anche la cottura sulla piastra.
  • Se c'è un cibo che desiderate tenere sotto controllo ma che vi piace molto, ricordate che è molto meglio (salvo prescrizioni mediche specifiche) mangiarne in grande quantità una volta a settimana piuttosto che… rubarne un po' dal frigo ogni giorno.
  • Ridurre o eliminare i cibi di tipo industriale vi darà grossissimi benefici! Formaggi finti (tipo filadelfia), formaggini, merendine, snack vari, salatini, patatine, chipster… Vedi il punto precedente.
  • Vi piace il cioccolato? Benissimo! State lontani, però, da quella oscenità che chiamano "cioccolato bianco" (solo in Ialia… nei Paesi civilizzati è proibito), e dalle creme (quelle che si trovano, ad esempio, dentro ai cioccolatini).
  • State lontani da McDonald's & Affini.
  • Inventate la vostra giornata: molta parte della fame esagerata viene dalla noia.
  • Lo so, è il vecchio consiglio della nonna: ma funziona davvero. Se avete sempre fame, provate a masticare più a lungo, o tenere più a lungo il cibo in bocca: dopo i primi 15'-20' che siete seduti a tavola qualcosa comincia a cambiare…

Con questi accorgimenti, vedrete, senza fare sacrifici e senza rovinare né la salute né l'aspetto, che le cose cominceranno a muoversi nel modo giusto.

Buona estate a tutti!

Image courtesy i69.photobucket.com

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Centinaia di studi medici non asserviti alle industrie di settore (ad esempio quelli che si riferiscono a formaggi di animali allo stato brado, che si nutrono di erba in alpeggio e in transumanza) dimostrano l'utilità del calcio contenuto nei formaggi, sempre che assunto in una dieta bilanciata ricca di vegetali.Perché allora lei dice che "formaggi e latticini... non servono a niente", e cerca di avvalorare questa tesi con un link ad una pagina che parla non dei prodotti caseari ma del latte?Grazie se vorrà rispondermi. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Risposta per Stefano:grazie per il Suo intevento, Le rispondo volentieri.È quantomeno curioso l'utilizzo del termine "cercare di avvalorare", quando il link di riferimento è un altro mio articolo, non trova? :-)Ad ogni modo, scrivendo W&P non ho mai cercato di avvalorare ciò che dico: infatti non troverà forse alcun link esterno ai miei post. In generale, i contenuti che divulgo derivano direttamente dalla mia attività professionale, dalla Clinica e dalla mia Scuola di formazione (citata nelle note biografiche).Per entrare nello specifico terapeutico, credo che tutto dipenda da ciò che Lei intende con "dimostrare" e "utilità". Mi sono soffermato a lungo su questi due concetti in post precedenti.In Ricerca, quello che andiamo a misurare - e che dimostriamo - dipende sempre direttamente d quello che cerchiamo (cioè da quello che vogliamo dimostrare).Il calcio derivante dal latte e dai suoi derivati si è dimostrato inadatto a nutrire l'osteoblasto in maniera utile. In particolare si è visto che questo tipo di molecola tende a fermarsi vero l'esterno del tessuto osso, costruendogli attorno una sorta di manicotto rigido, duro e fragile. Questo è uno dei motivi per cui, molto spesso, l'anziano cade perché la testa di un femore ha ceduto piuttosto che romperla in seguito alla caduta.È abbastanza intuitivo come diverse metodologie di analisi del tessuto osseo possano effettivamente dimostrare che il calcio si è fissato sull'osso (per esempio se ne preleviamo un campione, lo sciogliamo in reattore e ne misuriamo la quantità di calcio per unità di volume), senza però la capacità di discernere effettivamente come e dove questo calcio sia stato effettivamente utilizzato.Lo sa come una serissima ricerca, pubblicata non molti anni or sono su Scientific American, "dimostrava" le proprietà antisettiche del peperoncino? Hanno preso una coltura e vi hanno aggiunto una goccia di liquido proveniente dal peperoncino, constatando dopo alcuni minuti che i batteri erano tutti morti. Giuro che non sto scherzando. Provi a fare la stessa cosa con la varechina, ed avrà scoperto un nuovo antibiotico!CordialmenteGianfranco di Mare Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Non credo che mangiare ogni tanto un buon formaggio dop, fatto con tutti i crismi, possa nuocere alla salute soprattutto se associato con verdure e non con altre proteine. Condivido però con l'autore di questo blog la convinzione sui rischi di un uso regolare e continuativo di prodotti latteocaseari. Poiché Stefano parla di studi medici, lo invito a dare un'occhiata alla serie di post che ho dedicato all'argomento in Protonutrizione a partire da qui.Per quanto riguarda in particolare il calcio ho citato qui studi clinici ed epidemiologici che comprovano la maggiore fragilità ossea di chi fa uso frequente di latte e derivati rispetto a chi ne consuma per niente o in minima quantità. Se vi sono ricerche analoghe, non in vitro, che dimostrano il contrario, ho piacere di conoscerle. Pregherei perciò Stefano di essere più dettagliato. Grazie.LG Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Sono un pò sconcertata dagli otto cucchiaini d'olio d'oliva, non sono tanti? Pensavo non si dovesse superare un cucchiaio al giorno. Ho letto alcuni studi che evidenziano come le noci migliorino l'elasticità delle arterie, mentre l'olio d'oliva la peggiori in modo lieve. Infine volevo sapere se vi è una differenza concreta, in termini di nutrieni, tra olio extravergine d'oliva biologico spremuto a freddo con olive di prima spremitura e gli altri oli extravergine d'oliva. GrazieMarika  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Risposta per Marika: La quantità citata nel post non è una prescrizione nutrizionale! Il suo senso sta nell'invito a non eccedere versando olio a volontà dalla bottiglia, come si fa in tante case, soprattutto per le insalate.La quantità ottimale di olio comunque è individuale, dipende dalla persona, dalle sue eventuali necessità, dal suo stile di vita e dal suo regime nutrizionale. Tutto sommato, quattro cucchiaini per cucinare, ed inoltre condire primo, secondo e verdura non sono però tanti.Il termine "prima spremitura" non indica una qualità di oliva, ma il fatto che il frutto non viene spremuto completamente (gli verrà fatto, poi, per ottenere altri oli).Il termine "biologico", invece, si riferisce al fatto che il frutto è garantito non contaminato da sostanze chimiche.La spremitura a freddo (diciamo, dal punto di vista mnutrizionale, sotto i 40-42 °C) garantisce un olio non bruciato che non sa di cotto, e legami chimici interni molto più saldi. Un olio del genere ha il duplice vantaggio di resistere meglio in padella ed essere più idratante per i nostri tessuti. Caldamente consigliato!Gianfranco Di Mare Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Alcune domande sui metodi di cotturaQuali sono i vantaggi e gli svantaggi della cottura a vapore?Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della scottatura?Qaule metodo tra i du e è da preferire?Grazie, Francesca  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Risposta per Francesca:la cottura a vapore è eccellente dal punto di vista nutrizionale, ma ovviamente un po' povera di sapori e gusto, visto che non si può lavorare con fondi, salse, sughi...La scottatura viene utilizzata quando desideriamo cuocere un alimento o una parte specifica che mal sopporta una cottura prolungata, o semplicemente di giacere in acqua in attesa dell'ebollizione. Va bene ad esempio per ravanelli e lattuga.Buon appetito!Gianfranco Di Mare  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Grazie, e cosa succede alle proprietà organolettiche e nutrizionali di un vegetale quando viene scottato per 2-3 minuti?Francesca  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Risposta per Francesca: è come se venisse lessato, ma per un tempo minore: cede meno sostanze all'acqua (il che è buono quando sia desiderabile) e mantiene una quota maggiore di liquidi intrinseci pur modificando la propria struttura gicosidica (risultando quindi digeribile come un vegetale lessato).Buon appetito!Gianfranco Di Mare  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Grazie Nella scottatura qual'è il limite di tempo max entro il quale i vegetali devono rimanere nell'acqua bollente prima di estrarli? (1-3 minuti)?E' necessario che con questo metodo i vegetali siano tagliati a fettine sottili (penso alla zucca, alle carote, etc) oppure possono rimanere interi?Francesca  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Rimettiamoci in forma per l'estate - Dieta!

    Posted by:

    Risposta per Francesca:non esiste un tempo massimo, dipende dalle dimensioni del vegetale. I ravanelli ad esempio vogliono almeno 5-6 minuti, una foglia di lattuga 1'-2'.Vorrei sottolineare, poi, che la scottatura si applica a quei vegetali adatti ad essere mangiati crudi (ravanelli, lattuga & affini, carote, cetrioli...), non alle verdure tradzionalmente lessate che dovrebbero invece essere cotte per bene. Al riguardo, puoi leggere questo commento ed i seguenti.Gianfranco Di Mare  Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Wellnesseperformance.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano