Pilates e yoga: analogie e differenze

Scritto da: -

Siete indecisi se praticare yoga o pilates? Vediamo allora le differenze e le analogie tra le due discipline

2588357000_39228cd449.jpg

Pilates e yoga, due discipline per certi aspetti molto simili, ma quale delle due è meglio praticare? E le differenze?

Lo yoga è una disciplina che possiamo definire terapeutica, ha infatti lo scopo di unire corpo, mente e spirito. Alla base della filosofia dello yoga c’e’ il concetto che mente e corpo sono una cosa, e che il corpo con gli strumenti giusti e nell’ambiente adatto può guarire se stesso.

Consapevolezza della postura, allineamento e schemi di movimento sono alla base dello yoga che viene scelto da molti principalmente perchè riesce ad indurre un profondo stato di rilassamento anche nel bel mezzo di un evento fortemente stressante.

I benefici quindi consistono in uno stato di tranquillità e felicità. Nella pratica dello yoga viene adoperata una stuoia speciale e gli esercizi vengono eseguiti in un gruppo sotto la guida di un istruttore.

E’ possibile praticare diverse forma di yoga anche a seconda dell’obiettivo da raggiungere. Ad esempio il Vyniasa Yoga consiste in posizioni atte a migliorare la flessibilità, la guarigione e la forza delle articolazioni.

Per quel che riguarda i vari tipi di yoga potete leggere qui.

Quasi tutte le forma di yoga includono la meditazione, la riflessione e la coordinazione tra respiro e movimento.

Il pilates ha più o meno gli stessi obiettivi dello yoga, la differenza sta nel fatto che il pilates ha un gamma completa di matwork ( esercizi eseguiti a corpo libero su un materasssino) e include anche il lavoro sulle macchine.

Lo scopo del pilates è il rafforzamento degli addominali, il miglioramento della postura, la stabilizzazione e l’allungamento della colonna vertebrale, il miglioramento dell’equilibrio.

Il pilates rimodella il fisico gradualmente e coinvolge tutto il corpo, non ha un numero di ripetizioni eccessivo anche perchè pone l’enfasi  più sulla qualità degli esercizi che sulla quantità. Si incentra sulla stabilizzazione dei muscoli del core che costituiscono il centro dei movimenti permettendo al resto del corpo di muoversi liberamente.

Il pilates è un’attività a basso impatto, il che lo rende adatto anche per la riabilitazione e la prevenzione degli infortuni. Basilare è il controllo della respirazione e la concentrazione.

L’equilibrio tra forza e flessibilità fa sì che si possa ottenere un rimodellamento generale del fisico.

Direi che se il vostro obiettivo è rimodellare il fisico, diventare più elastici e allo stesso tempo correggere la postura, il pilates è quello che fa per voi. Se invece il vostro obiettivo è ridurre lo stress va meglio lo yoga.

Ad ogni modo pilates e yoga sono due discipline che si completano a vicenda, non a caso è nato lo yogalates, una mescolanza di yoga e pilates del quale potete vedere un assaggio nel video seguente. Qui lo yogalates è  eseguito con uno speciale elastico firmato Reebok

Infine vi consiglio di leggere l’interessante post di Anita Richeldi sul blog Scienza e Salute

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Wellnesseperformance.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano